Trattamento conservativo

l trattamento conservativo riveste un ruolo limitato ai casi di lisi istmica (o di lieve scivolamento in età di accrescimento), nei quali una sintomatologia dolorosa iniziale si accompagni ad uno squilibrio del corretto bilanciamento tra muscoli posteriori del dorso (erettori della colonna) e muscoli anteriori dell'addome. Tale sbilanciamento conduce spesso, nei soggetti in accrescimento, ad iperlordosi lombare; questo particolare assetto della colonna vertebrale lombare induce una maggiore inclinazione anteriore della superficie superiore del sacro e quindi può giocare un ruolo favorente lo scivolamento.

Il trattamento ortopedico (con apparecchi gessati e/o corsetti ortopedici) mira ad immobilizzare la lesione dell'istmo (curandola come fosse una vera e propria frattura acuta) e, seppure sia stata dimostrata - da parte di alcuni Autori - la sua efficacia (limitata però al 30% dei casi così trattati), esso è caratterizzato da lunghi (6 - 10 mesi) periodi di immobilizzazione, oggi non più proponibili, a nostro giudizio. Il risultato "positivo" di codesto trattamento è indubbiamente le ricostruzione delle continuità ossea dell'istmo, poiché la sola risoluzione della sintomatologia dolorosa (ma con persistenza di lisi istmica) può essere un risultato temporaneo, legato solo all'abolizione del movimento.

Nei casi nei quali i sintomi locali (lombalgici) persistano, nonostante trattamenti chinesiologici od ortopedici, può essere indicata una procedura chirurgica, nota come "ricostruzione istmica", tendente alla riparazione della lisi del'istmo

CHIRURGIA DEL RACHIDE
Via Giustiniani, 2 - 35128 Padova
Telefono: 049-8213367 - 049-8213370 Fax: 049-8213366
E-mail: [email protected]

Edificio di Ortopedia
Reparto: 2 piano ala est
Ambulatori divisionali: piano terra ala est
Direzione e Segreteria: 1 piano ala est.