Fratture vertebrali trattamento chirurgico

Il trattamento chirurgico delle lesioni traumatiche della colonna vertebrale è riservato alle lesioni INSTABILI. Appare quindi evidente che è necessario poter giudicare se una lesione traumatica della colonna vertebrale sia STABILE oppure INSTABILE. Tale valutazione va effettuata analizzando le immagini radiografiche, TAC e di Risonanza Magnetica Nucleare. 

In considerazione delle peculiarità anatomiche e funzionali, è opportuno suddividere le lesioni traumatiche del rachide cervicale da quelle della colonna toraco-lombare.

Lesioni traumatiche Mieliche ed Amieliche

Vi è un rapporto stretto tra INSTABILITA' di una frattura vertebrale e lesione midollare. Una lesione stabile non è mai una lesione MIELICA; una lesione INSTABILE può invece essere MIELICA od AMIELICA (può cioè essere coinvolto o meno il midollo spinale). Se, come detto dianzi, una lesione traumatica della colonna vertebrale instabile deve essere trattata chirurgicamente, è necessario sottolineare che una lesione mielica va, essendo instabile, trattata anch'essa chirurgicamente; è però necessario in questi casi adottare un trattamento chirurgico di emergenza. Infatti la sintomatologia clinica di danno midollare (paraplegia; tetraplegia) in fase acuta può non essere segno sicuro di danno midollare irreversibile; per tale ragione la decompressione del midollo spinale va effettuata al più presto possibile (studi specifici hanno evidenziato che è necessario decomprimere il midollo entro 6 - 7 ore dall'evento traumatico per avere il massimo delle possibilità di ripristino delle funzioni neurologiche alterate). Non vi sono, allo stato attuale, mezzi diagnostici per poter discernere - di fronte ad un quadro clinico di paraplegia (o tetraplegia) sensitivo-motoria completa - se ci si trovi di fronte ad un danno midollare irreversibile oppure ad una compressione midollare che possa, se risolta prontamente, essere reversibile; è quindi obbligo assoluto effettuare in tempi brevissimi quegli atti chirurgici (decompressione, riduzione e stabilizzazione della lesione traumatica) indispensabili per mettere il midollo nelle migliori condizioni per poter riprendere le proprie funzioni. Assieme con l'indispensabile atto chirurgico si metteranno in essere quei trattamenti farmacologici, che hanno dimostrato effetti positivi atti a minimizzare il danno midollare.

CHIRURGIA DEL RACHIDE
Via Giustiniani, 2 - 35128 Padova
Telefono: 049-8213367 - 049-8213370 Fax: 049-8213366
E-mail: [email protected]

Edificio di Ortopedia
Reparto: 2 piano ala est
Ambulatori divisionali: piano terra ala est
Direzione e Segreteria: 1 piano ala est.