Sintomatologia

La presenza di lisi istmica è la condizione necessaria allo scivolamento vertebrale. Tale scivolamento può avvenire in età di accrescimento (ed in questo caso sarà generalmente più grave) (Fig. 1-2-3) od in età adulta (legato in questo caso alle alterazioni discali da sovraccarico) (Fig. 4) con una sintomatologia dolorosa locale (lombalgica) ed irradiata (sciatica).

  f2
Fig. 1 - 2 - 3   

La sintomatologia è rappresentata da sintomi locali (riferibili cioè al rachide lombare) e da sintomi irradiati (riferibili cioè al coinvolgimento delle radici nervose - facenti parte del plesso ischiatico - che si dipartono dalla colonna vertebrale in quel tratto).


Fig. 4

È agevole comprendere, dal punto di vista meccanico, come la presenza di una discontinuità dell'arco neurale si traduca in un sovraccarico del disco intervertebrale non più "protetto" dalle strutture posteriori (arco neurale, ligamenti posteriori intervertebrali) e quindi costretto ad assorbire sorvaccarichi funzionali eccedenti le sue caratteristiche (Fig. 4). Tale sovraccarico è causa di dolore, che verrà riferito al rachide lombare. Spesso l'esordio sintomatologico avviene, nel soggetto in accrescimento, in seguito ad un trauma banale (cadute nel corso di gioco del calcio ad esempio), ed è spesso il trauma che viene ritenuto responsabile della "frattura" degli istmi. Ciò non pare plausibile per i seguenti motivi: l'evento traumatico che conducesse ad una frattura acuta degli istmi dovrebbe essere un evento traumatico maggiore, che si dovrebbe accompagnare ad altre lesioni locali (ciò appare evidente se si pensi alla rarità delle spondilolistesi traumatiche ed alle loro caratteristiche peculiari come le fratture concomitanti delle apofisi trasverse lombari); l'elevata frequenza di lisi istmica della V^ vertebra lombare. Va detto che il quadro sintomatologico differisce sostanzialmente nel soggetto in accrescimento e nel soggetto adulto.

F3
Fig. 5 - 6

Nel giovane in accrescimento, anche di fronte a scivolamenti notevoli (Fig. 5-6), la sintomatologia è usualmente scarsa, costituita da vaghi sintomi lombalgici a volte irradiati ai glutei (senza precisi riferimenti topografici radicolari) e può essere presente un'ipertono dei muscoli posteriori delle coscie (chiamati muscoli ischio-crurali) che possono rendere difficoltoso (o non possibile) al soggetto l'atto di flettere la coscia sul bacino a ginocchio esteso. La flessione della coscia sul bacino a paziente in decubito supino induce una retroversione del bacino stesso (a causa dell'ipertono dei muscoli suddetti) che posta alla flessione parziale della coscia controlaterale (Fig. 7).

Fig. 7  

Tale ipertono è a volte l'unico segno clinico presente. Nei casi di scivolamento pressochè completo (definito spondiloptosi, cioè vera e propria "caduta" della V^ vertebra lombare al davanti del sacro, anche l'aspetto clinico diventa evidente e caratteristico (Fig. 8).

Fig. 8

La sintomatologia irradiata è causata del coinvolgimento delle radici nervose (in modo specifico della V^ radice lombare e della I^ radice sacrale) (Fig. 9). Ciò è più frequente nel soggetto adulto, nel quale spesso la sintomatologia, iniziata con episodi di lombalgia intervallati da periodi asintomatici, diviene via via negli anni più frequente e più importante, con il progredire delle alterazioni degenerative del disco.

Fig.9

La conseguente diminuzione dell'altezza discale (Fig. 9) causa un restringimento dei forami di coniugazione, attraverso i quali la V^ radice lombare esce dal canale vertebrale, con conseguente compressione della stessa e dolore irradiato lungo gli arti inferiori. Differente il meccanismo di coinvilgimento della I^ radice sacrale, che viene stirata dallo scivolamento vertebrale.

L'intensità di tale sintomatologia non è paragonabile per intensità a quella causata da un'ernia del disco, e presenta le medesime caratteristiche (periodicità, periodi di riesacrebazione intervallati a periodi di miglioramento clinico) proprie dei sintomi lombari.

CHIRURGIA DEL RACHIDE
Via Giustiniani, 2 - 35128 Padova
Telefono: 049-8213367 - 049-8213370 Fax: 049-8213366
E-mail: [email protected]

Edificio di Ortopedia
Reparto: 2 piano ala est
Ambulatori divisionali: piano terra ala est
Direzione e Segreteria: 1 piano ala est.